SCUOLAINTERIORE


L'I King

Consultare l'Oracolo

I Trigrammi

Gli Esagrammi:

Segni di Cielo

Segni di Terra

Segni di Tuono

Segni D'Acqua

Segni di Montagna

Segni di Vento

Segni di Fuoco

Segni di Lago


Links


Home Page / Arti marziali / Rubriche / Contatti

L'I KING: di cosa parliamo

Il temerario sopravvaluta le proprie forze e avanza incauto. Il saggio misura le sue capacità e solo allora si muove.
I Ching, Il libro dei mutamenti



L'I KING, detto anche "Libro dei Mutamenti", è un antichissimo libro/oracolo cinese; in esso s'incontrano Taoismo e Confucianesimo, due sistemi spirituali che in quest'opera finiscono per influenzarsi reciprocamente.

Nonostante la sua peculiare caratteristica oracolare, L'I KING non si consulta unicamente per predire il futuro, esso, Ŕ anche un valido strumento per organizzare al meglio la propria esistenza e per prendere le giuste decisioni sulla base della nostra situazione presente.

Il Palgwe: gli otto Trigrammi con al centro lo Yin e lo YangNe L'I KING tutto ruota attorno al fondamentale principio del "divenire".

I suoi  oracoli svelano l'entitÓ del mutamento in atto in modo da poter agire di conseguenza.

In questa opera, l'individuo non viene descritto come un essere inerme in balia del destino o di forze astratte incontrollabili; egli ha invece la possibilità di controllare gli eventi attraverso la saggezza, e può trovare utili indicazioni su come amministrare la propria esistenza grazie alla consultazione dell'Oracolo.

Il "Libro dei Mutamenti", è nato come uno strumento di lettura e d'interpretazione della realtà: gli esseri e le cose che compongono l'universo non sono delle entità indipendenti tra loro, ma cellule di un solo organismo; quindi, alla base degli accadimenti esiste una logica comune valida per tutto ciò che esiste.

L'uomo non può avere una visione totale di questa logica universale, non ne ha gli strumenti e deve fare i conti con i propri limiti, ma ha comunque l'esigenza di raccogliere il maggior numero possibile d'informazioni che lo aiutino ad operare in modo corretto.

La consultazione dell'Oracolo, grazie alle sue capacità divinatorie, diventa quindi un valido aiuto per chi ha necessità di comprendere le meccaniche universali.

L'I KING, non è comunque un libro di facile consultazione, i simboli che costituiscono il suo corpo centrale sono nati in un'epoca in cui non esisteva ancora la scrittura, i responsi dell'oracolo necessitano quindi di un'interpretazione.

L'origine del corpo centrale de L'IKING è antichissima e di difficile definizione; come per molte altre opere che costituiscono la base culturale di una civiltà, la storia della creazione del "Libro dei mutamenti" è avvolta nella leggenda: saraebbe stato l'imperatore Fu-Hsi a creare L'I KING nel XXIV sec. a.C..

Egli regnò durante "l'era della caccia e della pesca", per questo motivo la nascità dell'Oracolo e della Civiltà vengono fatte coincidere. Non esistendo ancora la scrittura, il "Libro dei mutamenti" era allora una semplice raccolta di simboli (i trigrammi, nucleo centrale dell'opera).

Rimanendo sempre nell'ambito della leggenda, o per meglio dire della tradizione, intorno al 1150 a.C fu il re Uenn della dinastia Ciou a compilare L'I KING in una forma molto prossima a quella che conosciamo oggi; si narra che egli operò questa raccolta mentre era tenuto prigioniero da un tiranno chiamato Ciou Sinn. Il re, però, non portò a termine l'opera che fu poi ultimata dal duca di Ciou, suo figlio.

L'I KING influenzarono fortemente le più importanti correnti filosofiche e spirituali del pensiero e della cultura cinese.

Lao-tzu (Antico Maestro) che visse tra il VI e il V sec. a.C. e fu il fondatore del Taoismo, deve all'influenza del "Libro dei mutamenti" alcuni dei momenti più profondi della sua riflessione filosofica. La sua visione dell'esistenza basata sulla libertà dell'uomo e sull'armonia con la natura, coincide in molti punti cruciali con il concetto dell'autodeterminazione dell'individuo attraverso l'analisi del reale propugnato da L'I KING.

Confucio (il cui vero nome era Kung-Fu-tzu) che visse tra il 551 e il 479 a.C., fu significativamente influenzato dall'Oracolo nella costruzione della sua dottrina morale, e, nello stesso tempo portò avanti un intenso lavoro di completamento de L'I KING, che fu poi concluso secoli dopo (intorno al II secolo a.C) da alcuni esponenti della sua Scuola, dando origine all'appendice chiamata dieci Ali.

A riprova delle difficoltà d'interpretazione dell'Oracolo, lo stesso Confucio ammise che tutta la sua vita non sarebbe stata sufficiente per sviluppare una lettura corretta del L'I KING.

Scrivi a Scuolainteriore.it

TUTTI I DIRITTI RISERVATI A SCUOLAINTERIORE.IT - Informativa sull'utilizzo dei cookie