Home Page / Arti marziali / Rubriche / Contatti

Pensieri Marziali

Scuolainteriore.it presenta Pensieri Marziali, una rubrica curata dalla nostra amica Elisa: approfondimenti storici e culturali, suggerimenti e ragionamenti utili per tutti i praticanti.

Murasaki Shikibu: la prima scrittrice moderna della storia.

Inserito il 25/01/2006

Murasaki Shikibu, dama di corte giapponese, visse nel periodo Heian tra il 973 e la prima metà dell’undicesimo secolo. La sua opera più importante è “Genji Monogatari” e risulta essere anche il romanzo della letteratura giapponese (ma forse anche di quella mondiale) di maggiore spessore scritta da una donna.

Dell’autrice non sono giunte molte informazioni. Di certo si sa che è nata nel 973 e apparteneva a un ramo cadetto della potente famiglia Fujiwara che in quel periodo governava il Giappone.

Di lei non si conosce nemmeno il vero nome: “Murasaki” infatti significa “viola” e “Shikibu” è un titolo onorifico.

Già dall’infanzia mostrò le sue doti; si dice che imparo il cinese ascoltando di nascosto le lezioni del fratello. Dopo il matrimonio e dopo esser diventata vedova precocemente fu chiamata a corte come dama di compagnia dell’imperatrice Akiko.

Proprio stando a contatto con la nobiltà giapponese il genio di Musasaki riuscì a catturare e a trasfigurare nella sua opera il senso generale della cultura dell’epoca e anche piccole sfumature psicologiche. La stesura di tale romanzo impegnò gran parte della vita di Murasaki ma non fu la sua unica opera.

Oggi è noto che accanto a “Genji Monogatari” esiste anche un diario, destinato a rimanere segreto, dove la scrittrice descrive in maniera spietata e in modo polemico i vizi e i capricci della nobiltà. In questa apparente contraddizione tra scrittura pubblica e privata, Murasaki rivela la sua doppia personalità e il suo grande talento. La scrittrice rimase a corte numerosi anni ma non si conosce la sua data di morte.

Elisa


<< Indietro

Scrivi a Scuolainteriore.it

TUTTI I DIRITTI RISERVATI A SCUOLAINTERIORE.IT - Informativa sull'utilizzo dei cookie